Aggiornamento graduatorie “ATA 24 MESI”

Come per le domande delle graduatorie di istituto di terza fascia del personale ATA, abbiamo realizzato un portale interamente dedicato all’aggiornamento/inserimento nelle graduatorie del personale “ATA 24 MESI” nel quale sono contenute le informazioni dettagliate e tutti i materiali necessari per produrre correttamente la domanda.

All’interno sono presenti anche i fogli di calcolo Excel utili per determinare, in modo automatico, il punteggio spettante agli aspiranti, per ciascun profilo.

Link di collegamento con le sedi UIL Scuola per ricevere la necessaria assistenza in fase di compilazione domande.

Buon 25 aprile!

“La Costituzione è un buon documento; ma spetta ancora a noi fare in modo che certi articoli non rimangano lettera morta, inchiostro sulla carta. In questo senso la Resistenza continua”. (Sandro Pertini)

“La libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare”. (Piero Calamandrei)

“25 Aprile. Una data che è parte essenziale della nostra storia: è anche per questo che oggi possiamo sentirci liberi. Una certa Resistenza non è mai finita”. (Enzo Biagi)

Con profonda costernazione abbiamo appreso la notizia della scomparsa dell’Ispettore Giancarlo Cerini, uno dei più validi professionisti dell’educazione, una persona che ha speso la sua vita per la scuola, in modo particolare quella dei bambini dell’infanzia e della primaria.
Il suo grande contributo alla comunità educante sarà nel tempo punto di riferimento per docenti, studiosi, dirigenti e famiglie.
La sua competenza e le sue pubblicazioni hanno formato una generazione di docenti e dirigenti trasmettendo la sua sensibilità verso ogni atto pedagogico e il senso del valore formativo della scuola.
Va ricordata la sua grande disponibilità alla partecipazione ad incontri, seminari, a dare consigli, indicazioni e suggerire soluzioni.
Abbiamo avuto l’onore di averlo, in più occasioni, relatore in incontri di formazione per i docenti dove sono emerse tutte le sue capacità comunicative, umane e professionali.
La UIL Scuola Marche e l’IRASE Marche, nel sentirsi vicino alla famiglia, porgono le più sentite condoglianze.

Imminente la pubblicazione dell’avviso presso il maeci di personale di ruolo della scuola

N. 6 POSTI DI DOCENTI E N. 3 POSTI DI ASSISTENTI AMMINISTRATIVI. IN ALLEGATO LE SCHEDE UIL SCUOLA

La procedura di selezione riguarda il collocamento fuori ruolo di n. 3 assistenti amministrativi di ruolo e n. 6 posti di docenti di ruolo presso MAECI per svolgimento di tutte le attività di competenza del Ministero degli esteri relative al sistema della formazione italiana nel mondo. La durata dell’assegnazione, mediante collocamento fuori ruolo, è di tre anni scolastici rinnovabili per un ulteriore triennio a seguito di verifica dei risultati raggiunti.  Dopo la valutazione delle candidature e dei titoli culturali, professionali e di servizio, sono previsti dei colloqui, in modalità telematica su piattaforma Webex a cui sono ammessi a partecipare per il personale ATA i primi 20 classificati in graduatoria e per il personale docente i primi 30 della rispettiva graduatoria. Per ogni ulteriore informazione sulla pubblicazione dell’AVVISO di selezione e la presentazione delle domande rivolgersi al Dipartimento estero, estero@uilscuola.it

La Uil Scuola a fianco dei docenti che non possono trasferirsi

GIUSTA LA LORO PROTESTA. E’ UN VINVOLO ANACRONISTICO. VA SUPERATO CON VOLONTA’ POLITICA

La Segreteria UIL Scuola sulla base delle sollecitazioni giunte da molte parti d’Italia, dagli insegnanti per i quali è preclusa la possibilità di trasferimento, i cosiddetti docenti ‘immobilizzati’,   ha deciso di dare solidarietà e supporto alla mobilitazione indetta a partire da oggi pomeriggio a Torino e articolata nei prossimi giorni attraverso iniziative concordate sui vari territori. La mobilità è materia che va lasciata alla contrattazione – è la posizione assunta dalla Uil Scuola. Abbiamo già verificato come strumenti rigidi, come la legge, possono avere nel tempo effetti sbagliati: è il caso del vincolo quinquennale oggi anacronistico. La UIL vuole fare un Patto per l’istruzione. Non un protocollo, deciso in solitudine ma un patto frutto di una mediazione, di uno scambio. In questo patto dovrà trovare spazio,  l’eliminazione del vincolo. Abbiamo bisogno di investire sulla pubblica amministrazione e sulla scuola e di capire se il Governo è intenzionato a garantire stabilità alla scuola. Non si può continuare con il tiro alla fune delle forze parlamentari. Bisogna verificare la reale volontà e ogni riforma può avere effetti positivi solo con il coinvolgimento, la collaborazione e la condivisione del personale, mai contro.

Riunione al Ministero su rientro a scuola

TURI: COMMISSIONI INTERNE PER DARE VOCE E SICUREZZA AL PERSONALE. IL 73% NAZIONALE DI PERSONALE VACCINATO VA VALUTATO IN UNA OTTICA DI SCUOLA. PENSARE AL DATO GLOBALE E AFFIDARE LA RESPONSABILITÀ DELL’AZIONE AI PREFETTI È UNA NOVITÀ CHE SBALORDISCE LA SCUOLA

Franco, collaborativo ma molto, molto attento – è questo l’approccio rappresentato oggi dalla Uil Scuola nel corso della riunione sul rientro a scuola a partire dalla prossima settimana. Stiamo rappresentando il grado di preoccupazione e di crisi che c’è nelle scuole – ha detto Pino Turi nel suo intervento – le nostre non sono valutazioni personali, ma la rappresentazione di un forte malessere nelle scuole. A questo tavolo una riflessione va posta: per aprire le scuole c’è una volontà politica. Ma vediamo solo questa. Siamo stati sempre per una scuola in presenza, ma in sicurezza. Se per aprire i ristoranti e le pizzerie dobbiamo aprire le scuole (senza garanzia di sicurezza), che non possono arrivare dopo – ha osservato in modo provocatorio Turi – c’è un problema politico da risolvere: