Giornata internazionale della donna

Non è la Festa della Donna!!!
L’8 marzo è la ‘Giornata internazionale della Donna’. Questo giorno ricorda una storia che nasce in America nel 1908, ha il suo tragico epilogo nel 1911, e su questo giorno aleggiano figure storiche come Rosa Luxemburg, la partigiana Teresa Mattei, deportazioni tipo quella dimenticata dello Jutificio di Fossamostra, le donne di San Pietroburgo, le battaglie femministe di Campo De’ Fiori, ecc…ecc…        È una giornata di ricordo e di ringraziamento per tutte coloro che hanno dato la propria vita per la Libertà, per uscire fuori da una spirale di sottomissione, di violenza, di emarginazione. Percorso purtroppo non ancora concluso. Auguri a tutte le Donne che scelgono la “festa”, nel ricordo di coloro che hanno dato la vita per quella libertà di cui godono oggi, che vanno dal fioraio e si comprano da sole un ramoscello di mimosa e lo portano fieramente come simbolo di una lotta antica non ancora conclusa.  Il mio pensiero va, oggi, a tutte le docenti, alle collaboratrici  scolastiche, alle amministrative, alle dsga, alle dirigenti scolastiche, a tutte le donne che, insieme ai loro colleghi uomini stanno cercando mille modi per restare, affianco agli alunni, alle loro  famiglie, nonostante tutto quello che fuori sta accadendo, lavorando anche in orari extra scolastici per garantire la migliore
organizzazione per ripristinare il dialogo educativo.  Grazie, perché ci state dando la più grande lezione che tutti Noi abbiamo ricevuto: che la scuola ha saputo in questo Tempo essere “esperta di umanità”, creatrice di un nuovo valore di civiltà.

Mariolina Ciarnella –Presidente Irase Nazionale

Finalmente l’indirizzo musicale nelle scuole

soddisfatta la Uil: “Chiesto da oltre 10 anni”

Otto nuovi corsi a indirizzo musicale nelle Marche. Al via dal prossimo anno scolastico e con grande soddisfazione della Uil Scuola regionale che, insieme alle altre organizzazioni sindacali, si è spesa in questo senso. Le otto scuole secondarie sono a Falconara (Ferraris), Osimo (Giulio Cesare), Offida (Falcone e Borsellino), Monte Urano, Camerino (Betti), Sarnano (Leopardi), Monte Calvo (Anna Frank) e Urbania (Della Rovere). “Il corso ad indirizzo musicale nasce dall’esigenza di offrire agli alunni, a tutti gli alunni anche a quelli che non si possono permettere la frequenza a scuole di musica private, la possibilità di accostarsi alla cultura e alla tecnica musicale, non solo dal punto di vista teorico, ma anche e soprattutto, da quello pratico attraverso lo studio triennale di uno strumento musicale – spiega Claudia Mazzucchelli, segretaria generale della Uil Scuola Marche – una grande soddisfazione dopo più di 10 anni e innumerevoli e reiterate richieste”.