Scuola: Turi (Uil), da Colao un piano distratto

(ANSA) – ROMA, 23 GIU – “Quello di Colao e’ un piano che non sa parlare di scuola, se ne dimentica, e guarda all’Universita’. Sembra una tesi di master, dove vengono messe insieme le misure
per il paese reale e per quello che ancora non c’e’. Come se fossero intercambiabili. Lavoratori, studenti, famiglie: sono quelli per cui si scrivono i piani, ma che non compaiono mai. Nei capitoli dedicati alla scuola, quella che deve ripartire a settembre, la logica e’ tutta digitale. L’impegno e’ tutto per la formazione per gli insegnanti, quelli che la scuola a distanza
l’hanno fatta veramente e ora vogliono tornare in classe.
Occhio attento alla produzione: che studiare, se non ti porta in azienda, a che serve?”. Lo afferma Pino Turi, segretario della Uil Scuola. “Si confondono conoscenze, quelle della scuola che trasmette sapere e valori, e competenze quelle che si acquisiscono facendo. Magari con pacchetti di istruzioni pronti scuola. Ad un nuovo umanesimo che guardi alle persone e le metta al centro delle scelte. La tecnologia e’ un mezzo non un fine”, conclude. (ANSA)