A Montesilvano si apre il congresso nazionale Uil Scuola
Turi, sfida sindacale e culturale per vero patrimonio del Paese

(ANSA) – ROMA, 15 MAG – E’ la “scuola di tutti” la
protagonista del XIV Congresso della Uil Scuola che si e’ aperto
oggi a Montesilvano e che durera’ fino a giovedi’. Un “congresso
che avra’ al centro dei suoi lavori il modello di scuola da
realizzare, la comunita’ educante definita nel contratto, il
lavoro delle persone, l’Europa”.
“Dobbiamo uscire definitivamente dalle logiche neo-liberiste,
che riconducono a efficienza e profitto ogni sfera umana”, ha
sottolineato Pino Turi, segretario generale della Uil scuola,
anticipando uno dei temi della relazione di domani mattina.
“L’istruzione e’ bene comune, e’ responsabilita’ e passione,
autonomia e liberta’”, ha aggiunto parlando di “sfida sindacale e
culturale per una scuola che e’ vero patrimonio del Paese.
L’istruzione e’ bene comune, e’ responsabilita’ e passione,
autonomia e liberta’”.
Sono proprio le ‘parole’ a scandire i temi che saranno
affrontati nei tre giorni di congresso nazionale al Pala Dean
Martin. Centinaia i delegati e i quadri che sono giunti a
Montesilvano da tutta Italia. La giornata di apertura e’ stata
interamente dedicata alle Rsu, dopo il “bel risultato delle
elezioni di aprile scorso”.
Domani, mercoledi’ 16 maggio sara’ la giornata nella quale sono
previsti gli interventi istituzionali e degli ospiti, la
relazione congressuale di Pino Turi e l’intervento del
segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo.
Giovedi’ 17, infine, e’ prevista la tavola rotonda su un tema
di grande attualita’ scolastica, quello della valutazione, con i
rappresentanti del Miur, dell’Invalsi, dell’Europa.