l’aggiornamento slitta di un anno

Invece che nel 2017/18 le GAE si aggiornano nel 2018/19 e avranno validità per il triennio successivo.
Le graduatorie d’istituto di prima fascia, che sono la diretta emanazione delle GAE, si aggiornano l’anno successivo, mentre le graduatorie di II e III fascia, non avendo legami diretti con le GAE, seguono la scadenza naturale.
La proroga di un anno delle GAE potrebbe essere connessa alle immissioni in ruolo, nel prossimo triennio, senza che vi siano spostamenti di province o aggiornamenti di punteggio, che potrebbero in qualche modo intralciare la realizzazione delle assunzioni su posti vacanti, da attuare, come previsto dalla legge, in parallelo ai prossimi vincitori del concorso a cattedra.