300 mila firme raccolte nelle scuole
consegnate a palazzo Chigi

Abbiamo consegnato quasi 300 mila firme di persone che chiedono risposte concrete, ora il Governo non potendo rispondere celermente a tutti firmatari deve convocare i sindacati.
Non è mancato lo scivolone del ministro tecnico Giannini che invece di accogliere positivamente il gesto di migliaia di insegnanti e personale Ata, ha parlato di ‘vecchio rituale’.

Di Menna: “Auspichiamo che il presidente del consiglio che è anche segretario del partito Democratico sappia cogliere la portata della protesta.
La nostra azione nelle scuole continua, la raccolta delle firme proseguirà anche dopo la manifestazione dell’8 di tutto il pubblico impiego. Se non basteranno le firme le persone si faranno vedere personalmente in piazza.
Sarebbe davvero sbagliato, in un momento difficile del paese, aprire uno scontro con il personale della scuola. Questo tema va affrontato con serietà. Ed è bene che lo affronti il presidente del Consiglio in prima persona“.